Emerson rifiuta di entrare Nuova grana per Capello

Madrid. La «Casa blanca» è di nuovo a soqquadro. Il ciclone di giornata si chiama Emerson, ennesima spina nella rosa di Fabio Capello. Il brasiliano, uomo di fiducia del tecnico fin dai tempi della Roma, è una delle più cocenti delusioni della stagione e martedì sera, nel corso della partita contro il Bayern Monaco, si sarebbe rifiutato di entrare in campo. Un ammutinamento che ricorda quello di Eto’o del Barcellona, solo due settimane fa. Una rottura emersa ieri dal filmato di Canale 4 e rivelata dalla stampa spagnola, Marca in testa: il centrocampista avrebbe seguito il consiglio di un compagno di panchina, rimanendo seduto per la sorpresa di Capello. Stessa espressione aveva avuto l’allenatore friulano nel 2004, quando Panucci si rifiutò di svestire la tuta a pochi minuti dal termine di Roma-Reggina. Roberto Carlos ha smentito la ricostruzione della vicenda, mentre Capello ha liquidato l’assenza di Emerson come una «scelta tattica». Quella dell’ex juventino sarebbe solo l’ultima di una serie di ribellioni da parte delle merengues, il cui rapporto con Capello è ormai deteriorato.