In Emilia e Veneto pioggia di reclami

Milano. I cittadini di molti comuni del Veneto e dell’Emilia Romagna sono alle prese con una pioggia di cartelle pazze. È quanto rivela il quotidiano Italia Oggi, secondo il quale «in questi giorni le amministrazioni stanno notificando avvisi di accertamento sull’Ici», che però sarebbero relativi ad anni già prescritti. Al tempo stesso, molti cittadini hanno chiesto ai Comuni alcuni rimborsi oltre i termini previsti dalla legge. Il problema sarebbe legato all’interpretazione di una norma contenuta nella Finanziaria approvata alla fine del 2006 che prevede, a partire dal primo gennaio di quest’anno, che le amministrazioni debbano richiedere eventuali rettifiche o ritardati versamenti, pena la decadenza da qualsiasi diritto, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati effettuati». Secondo Italia Oggi dunque non sarebbero validi i reclami per l’Ici degli anni 2002 e 2003.