Emilia Romagna, grande stagione di sport con i Riviera Beach Games

La quarta edizione dei Riviera Beach Games allarga i confini: fino ad ottobre 300 grandi appuntamenti. Tra gli eventi 2011  la Nove Colli di Cesenatico (22 maggio), i Mondiali di beach tennis (23-31 luglio) e la Fifa World Cup di beach soccer (1-11 settembre) a Marina di Ravenna, il Campionato italiano di foot volley a Cervia (6-7 agosto), il Campionato italiano di triathlon e paratriathlon olimpico a Comacchio (17-18 settembre). Nell’ultima settimana di luglio la tre giorni con sport di tendenza aperta ai turisti, col Riviera Beach Run di Bellaria (30 luglio) in primo piano. Per saperne di più <a href="http://www.rivierabeachgames.it/" target="_blank"><strong>www.rivierabeachgames.it
</strong></a>

Emilia Romagna terra del divertimento, della buona tavola, delle vacanze. Vero, anzi verissimo. Ma anche terra di sport, di una lunga stagione che è iniziata a Riccione con i Beach Line Festival.

La Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna festeggia infatti la quarta edizione dei Riviera Beach Games allargando l’orizzonte con maxicartellone che comprende tutti i più importanti appuntamenti sportivi della stagione, rinnovando l’impegno e gli investimenti sulla nuova frontiera della vacanza al mare: sport, fitness e wellness. Tre parole che sintetizzano e fotografano le motivazioni del turista che vuole vivere la "vacanza attiva".

Maxipalestra a cielo aperto da aprile a ottobre
I 110 chilometri di spiaggia, dai Lidi di Comacchio a Cattolica, sono diventati il regno della voglia di benessere. Oltre il 50% dei turisti che trascorrono una vacanza in Riviera pratica almeno una disciplina sportiva in riva al mare o in acqua. In questa mega palestra a cielo aperto da aprile ad ottobre sono a disposizione migliaia di campi per praticare volley, tennis, calcio, basket, perfino rugby e golf, sempre sulla sabbia. Gran parte dei 1426 stabilimenti balneari è dotata di campi e attrezzature d’alta qualità per organizzare esibizioni e tornei nazionali ed internazionali. Anche fuori dalla spiaggia si moltiplicano le opportunità per far sport: sono disponibili tracciati appositamente disegnati per i podisti e strutture per chi pratica l’equitazione, itinerari per gli appassionati di cicloturismo che vogliono andare alla scoperta dell’entroterra e dell’Appennino romagnolo. Non vanno dimenticare le centinaia di palestre allestite in spiaggia in grado di soddisfare ogni esigenza.

Dalla Nove Colli alla Fifa Beach Soccer World Cup
Nell’anno che precede le Olimpiadi di Londra, la Riviera dello sport proponendo un cartellone ricchissimo. Tanti gli eventi a cui si potrà assistere e a cui sono abbinate serate di divertimento, ma anche tanti quelli a cui sarà possibile partecipare con gare aperte a ragazzi e adulti che così, dopo aver applaudito i big delle varie discipline, potranno a loro volta sentirsi star per un giorno, sfidandosi sotto i riflettori di questa grande festa "non-stop" dello sport" che nel 2011 prevede sei mesi di spettacolari appuntamenti, quasi 300 quelli in programma. Tra gli appuntamenti clou ci sono la Nove Colli di ciclismo (22 maggio) e i Campionati italiani di beach volley 2x2 maschili e femminili (29-31 luglio) a Cesenatico, i Mondiali di beach tennis (23-31 luglio) e la Fifa World Cup di beach soccer (1-11 settembre) a Marina di Ravenna, la Finale Master del Campionato Italiano di foot volley (6 e 7 agosto) a Cervia, il Campionato italiano di triathlon per società (17 e 18 settembre) a Comacchio. Info www.rivierabeachgames.it

Dal 29 al 31 luglio il clou: tutti in spiaggia con sport curiosi e innovativi
Entusiasmo, voglia di esserci e di mettersi in gioco sono tra gli elementi trainanti di questa grande festa dello sport che dal 29 al 31 luglio 2011 si propone con un lungo week end unico ed inimitabile. Da soli, in coppia, con la famiglia, con gli amici. Sono tanti i modi per assistere o partecipare a questi particolari Giochi di Spiaggia che vantano anche un’altra prerogativa: ogni anno propongono sport innovativi che fanno poi tendenza. Nel 2011 rivedremo il Dodgeball (versione da spiaggia della palla avvelenata), lo Stand up paddle board (surf su cui si avanza remando), il Nordic walking (camminata con bastoncini simili a quelli dello sci di fondo) e la Peteca (gioco di derivazione indios che si gioca con un attrezzo simile al volano). Ma il "laboratorio" dei Riviera Beach Games propone nuovi sport curiosi tra cui il Gommalcul che sarà di scena in agosto a Cattolica: si disputa in mare muovendosi su camere d’aria in un campo delimitato da boe. Al centro dei lati più corti vengono posti due mastelli sostenuti da remi conficcati nella sabbia e in cui le squadre devono fare canestro, come nel basket. NeI lungo week di fine luglio i Riviera Beach Games proporranno anche tutte le altre attività “regine” della spiaggia: dal beach tennis al beach volley, dal beach soccer, al beach hockey, passando per le sfide di beach basket, fino alla disputa di regate, pedalonghe, gare podistiche, di nuoto e pallanuoto, di ciclismo. Previsti anche appuntamenti legati alle arti marziali, al wellness attraverso speciali tecniche di rilassamento e attività per i diversamente abili.

Grandi numeri...
Nei classici tre giorni della scorsa edizione quasi 500.000 i partecipanti, tra professionisti e appassionati. Per il beach tennis sono state utilizzate circa 7000 palline, 300 palloni per il beach soccer, 1500 per il beach volley e 150 per il beach basket. Per il nordic walking sono serviti 200 i bastoncini e 2000 le biglie usate per le sfide di cheecoting. Per movimentare i campi di gara, costruire piste da biglie e castelli di sabbia mosse circa 100 tonnellate di sabbia. Per gli appuntamenti in mare, sono stati almeno 100 i pedalò che hanno dato vita alle competizioni tra le onde. Per le esibizioni e le sfide di stand up paddle board sono state utilizzate 40 speciali tavole da surf, 50 le canoe. Si tratta di numeri destinati a salire vertiginosamente, visto che da quest’anno la manifestazione “abbraccia” sei mesi di appuntamenti.

Eventi sportivi come motivazione di vacanza e pacchetti ad hoc
"Lo sport – afferma Liviana Zanetti, presidente di APT Servizi - si sta rivelando sempre più elemento importante per la scelta di un soggiorno sulla Riviera dell’Emilia Romagna. Partendo da questo presupposto stiamo creando nuove occasioni di vacanza a cui abbinare specifici pacchetti, considerando anche che ogni evento sportivo è un’occasione di aggregazione sociale. I turisti stranieri ci scelgono per la qualità delle nostre proposte che tengono conto anche della convenienza e della trasversalità delle nostre eccellenze: l’attività sportiva e il wellness rappresentano il file rouge di molte offerte e stanno sempre più diventando essi stessi motivazione di vacanza. Consolidare il marchio Riviera Beach Games su più mesi l’anno ci consente di comunicare con più efficacia la valenza sportiva del territorio. L’obiettivo è di mantenere quote di mercato italiano e conquistare nuova clientela internazionale. Stiamo lavorando per proporci al meglio sul mercato tedesco, su quelli dell’Europa dell’Est e sui mercati emergenti. Lo slogan è: sport per tutti. Da vedere, ma anche da vivere".

I Riviera Beach Games, che confermano la grande vena sportiva del territorio, sono frutto di un progetto condiviso da APT Servizi Emilia Romagna, Unione di Prodotto Costa e i Comuni della Riviera, realizzati in collaborazione con la Gazzetta dello Sport e lo sponsor Coop Italia.