Ma Eminem si pente: è tra chi si risposa l’ ex

Si è pentito, ha capito che voleva dedicarsi alla famiglia e dare una nuova direzione alla sua vita: così l’idolo del rap Eminem ha deciso di tornare sui suoi passi e sposare la ex moglie Kimberly Mathers una seconda volta. La cerimonia si è svolta l’altro ieri a Rochester Hill, vicino a Detroit, nel campus dell’università di Oakland: migliaia di fan hanno accerchiato l’ingresso di Meadow Brook Hall, anche se il replay delle nozze è avvenuto in maniera assolutamente protetta da occhi indiscreti.
Il cantante 33enne si era sposato nel 1999; dopo due anni il divorzio, con tanto di acerrima battaglia legale per l’affidamento della figlia. Dopo liti, insulti e assidue frequentazioni degli studi di costosissimi avvocati, Eminem e Kimberly hanno però scoperto che non tutto era da buttare: e così, dal 2004, hanno ricominciato a frequentarsi: «Siamo di nuovo insieme - è stato l’annuncio, in diretta, agli ascoltatori di una radio di Detroit -, ci siamo riconciliati e stiamo per risposarci: nostra figlia è pazza di gioia».
L’altro giorno, quindi, Eminem si è fatto riaccompagnare all’altare, arrivando a bordo di una limousine nera e con l’immancabile berrettino da baseball che, per l’occasione, era di un sobrio colore rosso. Il suo agente è stato di poche parole, ma il rapper aveva già spiegato di voler ridurre gli impegni di lavoro per stare con i propri cari: «Sono a un punto della mia vita in cui sento di non capire più bene dove mi stia portando la mia carriera».
Il cantante non è l’unico ad averci ripensato, anzi: il «tormentone» delle coppie separate e poi riunite è uno dei classici per i divi (e non soltanto per loro). Il caso più recente è quello dei coniugi Sarkozy: l’anno scorso, infatti, Cécilia, la bella moglie del ministro degli Interni francese, aveva abbandonato il marito, proprio mentre lui sbandierava la solidità familiare come uno dei pilastri per la sua corsa all’Eliseo e nel bel mezzo del referendum (clamorosamente fallito) per la ratifica della Costituzione europea. Nicolas-pugno-di-ferro, però, non aveva fatto i conti con Cécilia e, soprattutto, con la sua improvvisa passione per Richard Attias, con cui ha - letteralmente - preso il volo. Ma la 48enne signora Sarkozy, dopo otto mesi, si è ricreduta ed è tornata a casa, accolta non soltanto dal suo Nicolas ma, anche, dall’inaspettato affetto dei francesi, che avevano preso parte ai travagli amorosi dell’uomo politico più importante del paese.
La vicenda è stata chiacchierata, almeno rispetto ai canoni del gossip politico; nulla, però, in confronto ad altre storiche riconciliazioni, come quelle della coppia Natalie Wood-Robert Wagner o Melanie Griffith-Don Johnson (abbandonato poi per Antonio Banderas), anche se la vera icona nel genere è rappresentata da Liz Taylor e Richard Burton. Dopo di loro, soltanto Pamela Anderson e Tommy Lee hanno fatto meglio, lasciando ai fan anche la possibilità di «godersi» i dettagli della liaison tormentata in un video hard. Si sono presi e ripresi (fino a lasciarsi definitivamente) Jennifer Lopez e Ben Affleck, mentre Cameron Diaz e Justin Timberlake hanno soltanto tentato di separarsi: dopo poche ore dall’annuncio, lei l’ha accompagnato in tournée.