Emmanuello, la procura indaga per omicidio colposo

Si procede contro
ignoti. La perizia perizia balistica dovrà individuare da chi fra i 30 poliziotti della Mobile che hanno
partecipato al blitz nelle campagne di Villapriolo è partito il colpo (o i colpi) che ha ucciso il boss

Palermo - La Procura di Caltanissetta, dopo l’uccisione del superboss di Cosa nostra Daniele Emmanuello che tentava di sfuggire ancora una volta alla polizia, indaga per omicidio colposo nell’uso legittimo delle armi. Il fascicolo aperto questa mattina è attualmente contro ignoti. Dovrà infatti essere la perizia balistica ad individuare da chi fra i 30 poliziotti della ’Mobilè che hanno partecipato al blitz nelle campagne di Villapriolo (Enna) è partito il colpo (o i colpi) che hanno ucciso Emmanuello che, disarmato, cercava di fuggire.

Questa mattina, a mezzogiorno, intanto, verrà conferito l’incarico al medico legale per eseguire all’ospedale di Enna l’autopsia sul corpo di Emmanuello. L’esame necroscopico, potrebbe svolgersi nel pomeriggio anche se i tempi potrebbero allungarsi qualora i familiari del boss gelese, volessero nominare un proprio consulente.