Emozione senza tempo

Mi è capitato raramente di avere emozioni, non perché non ne sia capace, ma avere sensazioni che nascano dall'ascolto o dalla visione di qualcosa, per me, è cosa rara. Ho cercato nel tempo di capire. Ho intuito che l'emozione è quella sensazione che riesce a strapparti dal quotidiano, dalla norma, dal comune e ti porta ad estraniarti facendo salire in te quel senso di immedesimazione nel sentimento che ti fa gonfiare gli occhi.
Ecco nelle poesie di Marinella Accinelli questo si prova, sai certamente che leggendo le Sue righe proverai quello che ha provato lei nello scrivere. E sebbene rispecchino la Sua vita, le Sue fasi di storia, il Suo pensiero, queste strofe toccano l'anima di chiunque approcci la lettura.
Spesso la poesia è egoista, ma Lei, con questo dipanarsi tra se, la storia e le storie del mondo, l'amore e il dolore, ha fatto il miracolo di dipingere con l'altruismo un mondo che le appartiene e che vuole con gioia dividere con gli altri.
Si ricava da questo libro la triade dei momenti di vita che possono essere di ognuno, un periodo dove l'amore è parte integrante dei momenti felici, ma anche, non meno importante, di quelli infelici. Il distacco, l'addio al dolore, la rivincita della coscienza. Una sensualità del vivere che esce da ogni strofa.
Se il primo momento lo possiamo legare alla fase dell'adolescenza, il secondo momento che si vive nelle Sue poesie è la maturità, Lei sicura di sé e del suo valore affronta il mondo, ne traccia i contorni, acuisce i valori veri che legano uomini e donne, è il trionfo della saggezza, gli accadimenti storici sono la traccia nella quale si trovano le parole dei suoi scritti.
L'Ambiente, la guerra, le tragedie umane mondiali toccano il cuore e l'anima, quelle sottili Ife che penetrano la mente.
Ed infine, il concetto della vita dell'uomo, del corpo che non è solo involucro ma contiene in se la spiritualità, che è elemento forte, e poi il ciclo biologico dalla nascita alla morte.
È Lei che legge il mondo specchiandosi nei Suoi stessi occhi, ma non solo, leggere quel che scrive Marinella è immergersi dentro un'anima profonda, un cuore mai stanco di donare, una mente aperta al mondo… è capire quel che ha provato e che prova, la tristezza di alcuni momenti, il riscatto della ragione, fino ad arrivare alla forte e semplice consapevolezza della propria serena forza.
Il 16 maggio a Recco presso i locali della Pro Loco, il libro di poesie di Marinella Accinelli sarà presentato al pubblico dalla professoressa Graziella Corsinovi dell'Università di Genova. Per l'occasione esporrano le loro tele le pittrici Graziella Menozzi e Antonella Orlandini quest'ultima ha anche autrice del quadro di copertina che illustra la raccolta di poesie.
«Una vita senza tempo» Aletti editore - Collana «Gli Emersi - Poesia» pp.68 €12.00.