Empoli, bullismo a scuola: sopracciglia rasate

Tre ragazzini poco più grandi della loro vittima prima gli chiedono soldi poi gli
rasano le sopracciglia. All'uscita da scuola il bambino ha indossato il cappellino calato più in basso, per nascondere l'umiliazione subita

Empoli - Ha 8 anni e frequenta la terza classe di una scuola elementare di Empoli il bambino che sarebbe stato aggredito ieri, poco prima dell’ultima campanella, da altri 3 ragazzini poco più grandi, circa 10 anni, che prima gli hanno chiesto soldi, poi gli hanno rasato le sopracciglia.

L’episodio, secondo il racconto del bambino riportato oggi da alcune cronache locali, è avvenuto nei bagni della scuola dove sarebbe stato immobilizzato da 2 compagni mentre un altro gli ha chiesto un euro. Non avendo soldi in tasca, il ragazzo sperava di essere lasciato e, invece, è spuntato un piccolo rasoio. Non sono bastate le urla per far accorrere qualcuno.

Il bambino ha raccontato ai familiari e alla polizia del commissariato di Empoli di aver smesso di divincolarsi, di aver chiuso gli occhi e di aver subito in silenzio. Una volta uscito da scuola, dove lo attendeva il nonno, non ha detto niente: ha solo indossato il cappellino un pò più basso del solito per nascondere l’umiliazione. Ma arrivato a casa la nonna si è accorta di ciò che era avvenuto. La madre lo ha portato al pronto soccorso per verificare se fossero state fatte altre violenze. Poi la denuncia al commissariato.