Enìa entra in Delmi Aem scende al 51%

Edison

Aem, Società elettrica altoatesina, Dolomiti energia, Mediobanca, Banca Popolare di Milano e Fondazione Cassa di Risparmio di Torino ed Enìa hanno concluso ieri un accordo di investimento e patto parasociale relativi a Delmi. In base all’accordo, che modifica e integra la decisione del 7 luglio scorso, il capitale sociale di Delmi risulta partecipato per una quota pari al 51% da Aem (che scende dal 60%), il 15% da Enìa, del 10% ciascuna da Società elettrica altoatesina e Dolomiti energia, del 6% da Mediobanca, del 5% da Crt e, infine, per il 3% da Bpm. L’investimento di Enìa in Delmi e quindi in Edison è motivato dalla volontà di sviluppare l’iniziativa industriale già in essere con Edison per rendere Enìa, nei prossimi anni, più forte e competitiva nei settori della vendita del gas e dell’energia elettrica. Gli accordi consentiranno ad Enìa di sviluppare possibili sinergie commerciali e industriali con il Gruppo Aem e gli altri soci industriali.