Enac, la sicurezza in volo a rischio-tagli

«Sulla sicurezza non si scherza. E neanche si risparmia. In particolare su quella del trasporto aereo, dove un errore o un guasto può essere fatale. La cancellazione delle indennità di missione agli ispettori Enac rischia di minare la sicurezza dei voli». Il consigliere regionale Udc, Fabio Desideri lancia l’allarme sulla sicurezza dei voli.
«Agli ispettori Enac (Ente nazionale aviazione civile), che ogni giorno controllano l’efficienza degli aerei e di tutto ciò che sia legato alla sicurezza degli stessi, dei relativi voli e scali, sono state cancellate dal 1 gennaio le indennità di missione. Un po’ strano - afferma Desideri - per chi svolge il 90% della propria attività fuori sede». «Che succede se gli ispettori non sono messi in condizione di svolgere il proprio compito? Vengono a mancare - spiega Desideri - le garanzie sull’efficienza degli aerei. Mi chiedo come si possa risparmiare sulla sicurezza costringendo gli ispettori a rimanere chiusi in ufficio. La prova che la questione sia dovuta più alla scarsa attenzione che alla mancanza di soldi sta nel fatto che il governo ha confermato, con la Finanziaria, le indennità di missione ai lavoratori di altri enti pubblici, come Inps ed Enpals. Ma non a chi controlla gli aerei. Porterò la questione all’attenzione del presidente Marrazzo - chiude -. Con la speranza che la vertenza si risolva».