Enciclopedia on line: Google sfida Wikipedia

Guerra dei siti internet più visitati. Google lancia Knol e il sfida il monopoli di Wikipedia, libera enciclopedia fondata nel 2001

New York - Google cala l'asso Knol e punta a scardinare il monopolio di Wikipedia, la libera enciclopedia online creata nel 2001. "Sarà la prima vera iniziativa con la quale chi ricerca una voce specifica potrà leggere quello che realmente cerca", scrive Udi Manber, vicepresidente del colosso di Mountain View, annunciando l'operazione sul blog della compagnia. Knol, il nome del progetto, è l'abbreviazione di 'knowledge' (conoscenza) e punta a intaccare il ricco mercato di visitatori di Wikipedia, che secondo le rilevazioni della società di mercato ComScore hanno toccato a ottobre negli Stati Uniti un record di 56,1 milioni di unità, meno della metà di Google (131,6 milioni di unità), il motore di ricerca su Internet più usato al mondo.

Un risultato che è valso al popolare sito della fondazione Wikimedia di San Francisco, l'ottavo posto nella classifica dei siti più visitati negli Usa. "Vogliamo creare un nostro network per diffondere la conoscenza", aggiunge Manber, in previsione della mobilitazione di 75mila collaboratori attivi che scriveranno le voci enciclopediche in oltre 250 lingue diverse. Google Knol sarà costituita da schede monotematiche, ognuna delle quali avrà una pagina a tema. Da Wikipedia, sportivamente, è arrivato il "benvenuto", affidato a un'email: "Più contenuti liberi disponibili ci sono, meglio è per il mondo".