Endesa: l’Ue frena sul ricorso italiano

Respinta la richiesta di esaminare gli effetti nel nostro Paese dell’Opa di Gas Natural

da Milano

La Commissione europea ha deciso, un po’ a sorpresa, di non esaminare l’impatto che l’eventuale concentrazione Gas Natural-Endesa potrà avere sui mercati italiano e portoghese. Le Autorità antitrust dei due Paesi avevano infatti chiesto a inizio ottobre che venissero esaminati gli effetti dell’operazione. Secondo la Commissione, invece, è possibile che l’esame spetti all’Antitrust spagnola. Il «no» a Roma e Lisbona non significa, però, che la Commissione rinunci a esprimersi in merito alla vicenda e in particolare sul fatto che l’Opa di Gas Natural abbia una dimensione comunitaria o sia semplicemente una questione spagnola. Una decisione, ha detto un portavoce a Bruxelles, potrebbe essere presa il 9 novembre. Tra Gas Natural, che ha lanciato un’Opa ostile, ed Endesa è in corso una battaglia durissima, fatta di ricorsi legali e di appelli agli azionisti, che coinvolge anche governo e opposizione spagnola.
In Italia l’Opa di Gas Natural, se avrà successo, non sarà senza effetti: il gruppo catalano, infatti, ha raggiunto un accordo con Iberdrola per cedere le partecipazioni di Endesa all’estero. In questo caso Asm sarebbe interessata a rilevare l’80% di Endesa Italia che finirebbe in mano a Iberdrola. Anche se non è detto a priori che la società spagnola sia disposta a cederla.
Intanto oggi le assemblee di Aem Milano ed Edison (che vara il nuovo cda «targato» Aem-Edf) sanciscono il risultato dell’offerta che si è chiusa mercoledì. Ieri il titolo di Foro Buonaparte ha perso un altro 3,72%: c’è anche da tener presente che da novembre Edison uscirà da Sp Mib, lasciando il posto alla controllante Aem Milano.
Infine la Cassazione è intervenuta per ribadire che tutti coloro che hanno un impianto a gas per uso promiscuo (riscaldamento e produzione di acqua calda) devono pagare l’Iva al 20% anche nel periodo estivo, contro il 10% di Iva che viene pagato da chi usa il gas solo per acqua calda e cottura dei cibi (ma non per riscaldamento).