Endesa «regala» a Enel il leader del mercato greco

da Milano

E.On-Enel: uno pari. Il gruppo tedesco va al contrattacco: dopo essere stato sconfitto da Enel in Spagna per la conquista di Endesa, ieri ha messo a segno un punto a suo favore proprio sul mercato iberico. Ma Enel, attraverso Endesa Europa, fa un importante balzo in Grecia. La società tedesca ha infatti vinto l’asta per le attività eoliche in Spagna della danese Dong Energy a cui partecipava anche l’Enel. E.On, secondo l’agenzia Bloomberg, verserà 466 milioni di euro per rilevare capacità elettrica per 260 Mw in impianti eolici, assumendosi allo stesso tempo 256 milioni di euro di debiti di Energi E2 Renovables Ibericas.
Ieri è anche nata Endesa Hellas, una joint venture tra la greca Mitylineos ed Endesa Europa. È il primo gruppo elettrico privato greco, con una capitalizzazione di 1,2 miliardi di euro, con un portafoglio di centrali termoelettriche e impianti che utilizzano fonti rinnovabili. A fine operazione Mitylineos ed Endesa controlleranno pariteticamente il capitale. È interessante però il fatto che alla fine dell’Opa lanciata da Enel su Endesa questi asset passeranno a Enel. L’accordo tra Enel ed E.On su Endesa prevede infatti che E.On acquisisca Endesa Europa, con le attività in Italia, Francia e Polonia, più la spagnola Viesgo. Le acquisizioni fatte dopo l’accordo dovrebbero invece andare a Enel, che in questo modo farebbe un grosso passo avanti in Grecia, dove è già presente con attività minori.