Endurance mondiale a Castiglione del Lago

Castiglione del Lago. Sarà Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum a guidare lo squadrone degli Emirati Arabi Uniti che sabato prossimo prenderà parte alla Nakheel Cuore Verde Endurance Cup 2005. Il principe alla corona di Dubai sarà in gara insieme ai suoi quattro figli, Rashid, Hamdan, Ahmed e Majid e alla consorte, la principessa Haya bint Hussein di Giordania, anch'essa appassionata di endurance e di discipline equestri in generale. Insieme ai membri della famiglia reale, la cui presenza conferma la forza del rapporto esistente da anni con l'Umbria Endurance Equestrian Team, saranno al via altri sette cavalieri provenienti dagli Emirati Arabi Uniti: Sultan Ahmed bin Sulayem, Saif Al Ketbi, Saeed Adbullah Al Ketbi, Ismail Mohd Abdul Rehman, Seed Humaid Al Tayer e Mohd Ali Al Shafar. La manifestazione è organizzata dall’Umbria Endurance Equestrian Team e dall’Emirates Internatonal Endurance Racing e vedrà la partecipazione dei cavalieri più famosi del mondo, compresi quelli della nazionale italiana che lo scorso gennaio a Dubai ha conquistato il titolo mondiale a squadre. L’Umbria in generale e Castiglione del Lago in particolare saranno punti di riferimento dell’endurance mondiale per un appuntamento che si annuncia ricco di significati, capace di andare anche al di là di quelle che sono le normali valenze sportive. La «Nakheel Cuore Verde Endurance Cup 2005» sarà infatti molto di più di una corsa sui 120 chilometri. Sarà un autentico «contenitore» di eventi, concepito con l’idea che sport, economia e sinergie internazionali possano procedere di pari passo quando c’è da progettare il futuro e accettare nuove sfide.