Enel Debito sotto la lente di Fitch

L’agenzia Fitch ha posto il rating di Enel ed Endesa sotto osservazione con implicazioni negative. L’agenzia di rating ha comunque confermato la valutazione sul debito dell’emittente di Enel ad A-, ad A per il debito a lungo non garantito ed a F2 per quello a breve. La decisione di Fitch segue l’acquisto da parte di Enel della quota del 25% di Endesa in mano ad Acciona e la salita al 92,05% del capitale della società elettrica spagnola ed è motivata, si legge nel comunicato, «dalla prevista pressione sulla liquidità che la società dovrà fronteggiare nei prossimi mesi. Enel ha un piano di dismissioni, ma la sua tempistica e gli incassi potrebbero venire messi in dubbio dal peggioramento delle condizioni economiche e dalla protratta turbolenza sui mercati finanziari». Secondo Francesca Fraulo, direttore del comparto Energia di Fitch, «il principale beneficio dell’operazione è legato alla rimozione dell’incertezza legata al potenziale esercizio dell’opzione put di Acciona sulle azioni Endesa nel 2010 e fornisce ad Enel pieno controllo sul management e i flussi di cassa di Endesa. Questa acquisizione rappresenta un importante passo avanti per migliorare il mix di generazione e diversificare il rischio di mercato». Un fattore di possibile riduzione del rischio è la flessibilità nel piano di investimenti di Enel.