Enel Slitta la cessione della rete spagnola

Slitta la vendita da parte dell’Enel della rete ad alta tensione in Spagna. «Siamo fiduciosi di poter concludere l’operazione entro i prossimi sei mesi», ha detto il direttore finanziario del gruppo, Luigi Ferraris, all’edizione tedesca del «Financial Times». A novembre - ricorda il giornale - si era parlato ancora della cessione della rete, stimata un miliardo di euro, entro la fine dell’anno oppure l’inizio del 2010. Allora proprio l’ad di Enel, Fulvio Conti, era apparso leggermente più ottimista: «Stiamo lavorando alla cessione della rete ad alta tensione in Spagna e prevediamo di portarla a termine tra la fine del 2009 e l'inizio del 2010». Stando ai piani illustrati allora agli analisti, che allo stato non è detto subiscano ritardi, Enel prevede di incassare entro il primo semestre del 2010 le somme derivanti dalla cessione della rete spagnola, che contribuiranno al raggiungimento del target di un debito a 45 miliardi di euro entro alla fine del 2010.