Energetici in evidenza

Avvio di settimana in tono minore. Piazza Affari chiude in rialzo dello 0,4%, attestandosi tra le migliori Borse europee, nonostante il ridotto volume degli scambi, intorno ai 3,2 miliardi di controvalore. Pressoché in parità le variazioni, con 161 titoli in rialzo, 130 in ribasso e 10 invariati. Giornata di attesa, specie per il possibile rilancio delle due Opa, che mette in guardia gli schieramenti che si contendono sia Antonveneta sia Bnl. Quest’ultimo titolo ha perso lo 0,87%, mentre il possibile scalatore Unipol è arretrato dello 0,6%. Situazione di stallo invece per Antonveneta e Pop. Italiana; tra le Popolari modesto calo dello 0,55% per la Milano, ma rosicchiate anche poche frazioni per Sondrio e Valtellinese. Le novità in attesa per il gruppo Capitalia hanno depresso la quotazione del titolo, mentre si è rafforzata Fineco (più 0,7%. Sempre in fermento i titoli energetici, dove Saipem ed Erg segnano nuovi massimi assoluti dal loro ingresso in Borsa; sempre in negativo il gruppo Pirelli e piatta Fiat, mentre ripiega Rcs. La forza del dollaro ha spinto al rialzo titoli di aziende esportatrici, come Bulgari (più 1%) ma anche Autogrill e Stefanel (più 9,3%). È proseguito il trend positivo di Valentino (più 1,6%) a scapito di Marzotto, in calo del 2,6 per cento.