Energetici in rialzo

Avvio di settimana negativo a Piazza Affari. Le incertezze che dominano i mercati azionari delle due rive dell’Atlantico hanno vanificato un tentativo di rimbalzo iniziale, con la chiusura in calo di quasi lo 0,5% per il Mibtel, ma con flessioni oltre l’1% per Midex e AllStars. Nel grigiore generale il settore energetico è andato controtendenza. Si sono distinte le utility, i cui titoli sono ritenuti anticiclici: tra queste Acegas svetta del 3,7%, seguita da Aem, Asm ed Acea, in rialzo dell’1,6%; Hera guadagna l’1,8%, Iride il 2,6% e Acegas il 3,6%. Penalizzati i titoli del cemento e delle costruzioni, con Italcementi in calo del 5%, Buzzi del 3,3%, mentre tra i costruttori, Astaldi scende di oltre il 5% e Impregilo del 3%. Tra i bancari penalizzata Italease (meno 8,8%) e incerti i telefonici. La scarsa ricettività del mercato ha prodotto forti cedimenti nei titoli a scarso flottante, con Piaggio in calo del 6% e Luxottica del 3,4 per cento.