Energetici in tensione

Stop al rialzo, ma consolidamento dei livelli raggiunti la scorsa settimana; questo l’andamento del mercato di Piazza Affari, con gli indici principali che segnano una modesta limatura, mentre il Midex (più 0,35%) e soprattutto l’AllStars acquistano importanti frazioni di punto. In calo gli scambi, dalle medie di oltre 7 miliardi della scorsa settimana, a 5,5 miliardi. L’interesse degli operatori si è diretto a poche blue chip e, tra queste Fiat, giunta a sfiorare quota 21 euro, per chiudere a 20,79 (più 1,5%). Nel gruppo Generali nuovi fermenti per la consociata Alleanza (più 1,9%), ma interesse anche per la capogruppo. Nei bancari riaffiora la domanda su Capitalia (più 0,9%), al centro del risiko dopo la fusione tra Abn Amro e Barclays. Le oscillazioni nel prezzo del greggio mantengono in tensione i titoli energetici; migliorano dell’1,7% Parmalat e Bulgari, mentre cresce del 4,6% Vittoria assicurazioni.