Eni e Rwe testa a testa in Olanda per Essent

Tra l’Eni e la tedesca Rwe è in atto un testa a testa per aggiudicarsi il controllo dell’olandese Essent, valutata circa 10 miliardi. Lo riferisce il Financial Times, secondo il quale all’inizio della prossima settimana il board della compagnia olandese deciderà quale offerta scegliere.
Lo scorso giugno, ricorda il quotidiano, Essent aveva annunciato di essere alla ricerca di un partner strategico per rafforzare la sua posizione in Europa dopo che in precedenza l’antitrust olandese aveva bloccato il progetto di fusione con il gruppo rivale Nuon, che avrebbe dato vita a uno dei primi dieci gruppi energetici europei. Secondo Ft, nella corsa a Essent, Eni e Rwe finora hanno battuto la concorrenza della svedese Vattenfall. Per essere perfezionata l’operazione dovrà prima ottenere l’approvazione degli azionisti di Essent, controllata da sei province e circa 140 amministrazioni comunali olandesi. Essent però non ha voluto commentare l’indiscrezione. Un portavoce ha solamente specificato che la società è sempre alla ricerca di un partner strategico come del resto già annunciato in precedenza.
Secondo un quotidiano finanziario olandese il board chiederà la prossima settimana agli azionisti e al consiglio di amministrazione l’approvazione per cominciare la trattativa con Rwe. Anche quest’ultima società, che è la seconda utility tedesca, non ha voluto commentare le indiscrezioni.
Quindi al momento la strada per la società guidata da Paolo Scaroni è ancora aperta. Del resto anche la svedese Vattenfall, che sta cercando di crescere sul mercato olandese, non ha voluto fare commenti sulla sua possibile esclusione. Un portavoce ha ribadito l’interesse per la società olandese. Essent e Nuon Nv, la seconda utility del Paese non sono riuscite a trovare un accordo compatibile con l’antitrust per una possibile fusione nel 2007, e da quel momento stanno cercando dei partner esteri.