Eni in evidenza, Finmeccanica giù

Nuovo record di scambi: oltre 10 miliardi

Piazza Affari chiude una seduta all’insegna degli acquisti, con gli indici in rialzo di oltre un punto percentuale, e un nuovo record di scambi nell’anno (10,7 miliardi di controvalore, il quinto risultato di sempre). Ad invogliare gli investitori, anche molte trimestrali promosse dal mercato. Il Mibtel ha chiuso così in progresso dell’1,25%, lo S&P/Mib dell’1,38% mentre è rimasto poco variato l’All Stars (+0,16%). Seduta brillante per tutto il comparto energetico con Tenaris maglia rosa del listino (+3,31%). I ritardi nello sfruttamento del giacimento del Kashagan e il ritracciamento del petrolio, in lieve calo, non frenano l’Eni (+2,69%) e la controllata Saipem (+2,63% a 30). Bene anche l’Enel (+1,42%) grazie a un utile trimestrale superiore alle attese. Fiat ben impostata (+1,15%) sopra quota 15 euro, acquistata anche Alitalia (+1,75%) grazie alle rassicurazioni del premier Berlusconi. Bene sulla trimestrale Ubi Banca (+2,04%) mentre arretra la Milano (-0,88%) dopo i dati diffusi martedì a Borsa chiusa. Bello spunto di Telecom (+2,25%) che allunga a quattro sedute la striscia positiva e riaggancia quota 1,4 euro. Tra le trimestrali più apprezzate quella di Impregilo, in rialzo del 2,71% a 4,01. Finmeccanica (-2,57%) continua a scontare in Borsa la decisione di procedere alla maxiacquisizione negli Usa di Drs. Positive anche le Borse europee. A Parigi seduta sugli scudi per Eads (+5,8%) e Bnp Paribas (+4,8%). A Londra bene il gruppo minerario Bhp Billiton (+4,8%) sulle voci che Chinois Chinalco, che già possiede il 9%, potrebbe ulteriormente incrementare la propria quota.