Eni in forte ribasso

Hanno prevalso gli acquisti in Piazza Affari dopo il calo di mercoledì. Il Mibtel ha guadagnato lo 0,52% a 31.150 punti e lo S&P/Mib lo 0,78% a 39.710 punti. Bene Generali (più 2,26%), favorita dai dati semestrali oltre le attese. Sbandata finale di Alitalia (meno 3,16%), su cui la procura di Roma ha aperto un’inchiesta per le variazioni del titolo. All’indomani dei dati sulle immatricolazioni di auto il titolo Fiat è stato oggetto di vendite che lo hanno fatto retrocedere sotto la soglia tecnica dei 21 euro (meno 2,57% a 20,49 euro). Acquisti invece sui titoli bancari come Intesa Sanpaolo (più 0,86%), Capitalia (più 1,54%), Unicredit (più 1,99%) e Mediolanum (più 0,13%). Bene Seat Pagine Gialle (più 3,67%), favorita tra l’altro dalla raccomandazione buy da parte di Deutsche Bank. Contrastata l’energia con Eni in calo dell’1,42% da un lato ed Enel in rialzo dell’1,75% dall’altro. Vendute invece le Parmalat (meno 3,03%).