Eni Al via la joint venture con Novamont Investiti 500 milioni nella chimica verde

Eni e Novamont, società chimica partecipata da Intesa Sanpaolo, hanno siglato ieri un accordo per la costituzione di una joint venture paritetica nel settore delle bioplastiche. Il petrolchimico del gruppo Eni di Porto Torres, in provincia di Sassari, diventerà il polo della chimica «verde» italiana. L’investimento previsto è di 500 milioni euro e si inserisce, ha spiegato l’ad di Eni, nell’ambito di un piano riguardante l’impianto sardo da 1,2 miliardi di euro.
Nel sito Enipower realizzerà un impianto a biomasse da 230 milioni, mentre altri 500 milioni saranno destinati alle bonifiche. La joint venture con Novamont sarà «a piena produzione nel 2013» e si articolerà in tre fasi, ciascuna focalizzata su una specifica materia plastica.