Eni al massimo storico

Nuovo apprezzamento degli indici di Piazza Affari, con il Mibtel e il Comit in rialzo dello 0,5%. Un trend che continua e che conferma i risultati del primo semestre (più 5% i principali indici); ha corso di più il segmento All Stars, in rialzo del 18,9% da fine 2004. Scambi sempre molto consistenti, per un controvalore ieri di 3,7 miliardi. Circa l’andamento delle quotazioni, il rialzo del greggio ha ridato la carica ai titoli dell’energia: Erg (più 5,55%), Eni (più 2,23%) e Saipem (più 3,9%) sono balzate a nuovi massimi storici. Di nuovo in fibrillazione il comparto bancario dove Capitalia ha subìto un assestamento, mentre maggiore interesse si è notato per Banca popolare di Verona e Novara (più 2,5%), Intesa (più 2%) e S.Paolo Imi, quest’ultima in vista del riassetto operativo del gruppo dopo l’arrivo di Mario Greco. Fermenti anche dal comparto assicurativo, in particolare su Toro, grazie alle voci di un possibile accordo di bancassurance, con Pop. Milano probabile partner. Sempre depressa Fiat, ma l’azione privilegiata balza del 6,6% ai rumors di una possibile conversione in azioni ordinarie. Male Rcs, in calo dell’1,8%, mentre Cti cresce dell’8,3% dopo la pubblicazione dei risultati sul farmaco Xyotax. In recupero Marzotto del 2,9%.