Eni recupera terreno

Solo una reazione, quella di ieri, a Piazza Affari. Acquisti sui minimi e ricoperture hanno consentito agli indici di recuperare l’1,5% circa, con scambi che si sono mantenuti sulle medie dei giorni scorsi. A sostegno della ripresa il recupero del dollaro, che ha provocato interventi sui titoli dell’export e del lusso, come Luxottica e Bulgari che guadagnano oltre il 3%. In evidenza anche Marzotto (più 4,5%) e Valentino (più 4,2%). Piuttosto variegato il listino dei titoli bancari, dove le big del comparto recuperano in parte i cedimenti delle precedenti giornate; di nuovo in evidenza Pop. Intra, che cresce del 2,1%, per il posticipo delle offerte vincolanti da parte dei potenziali partner, ma anche per qualche schiarita nel contenzioso con Finpart. Gli alti e bassi del greggio hanno reso ancora fluida la situazione nel comparto energetico, con Eni che recupera poco più dell’1%. Fiat si rafforza sopra quota 10 euro, in rialzo del 2,7%, non seguita però dalle holding del gruppo. Kerself guadagna l’8%, alla notizia dell’acquisizione di Helios, mentre Cell Therapeutics ha beneficiato dell’annuncio del rigetto di una causa di class-action da parte di un azionista.