Eni Verso bond da 1,5 miliardi a metà giugno

Eni potrebbe lanciare un bond retail dal valore complessivo vicino a 1,5 miliardi verso la metà di giugno. Lo ha detto, lasciando l’assemblea generale di Confindustria, l’ad Paolo Scaroni, spiegando che l’ammontare dell’obbligazione sarà «superiore al miliardo di euro. Immagino intorno agli 1,5 miliardi, ma deciderà il mercato». Per la tempistica del lancio, ha aggiunto, «prevedo la metà di giugno». L’ad ha detto anche che Eni e i soci russi di Gazprom devono ancora mettere a punto la governance della società che dovrà gestire South Stream, il gasdotto sotto il Mar Nero alla cui realizzazione stanno lavorando i due colossi energetici, dopo che sabato 16 maggio a Sochi è stato firmato un nuovo memorandum aggiornato fra le società.