Ennesimo divorzio: Dini vuol lasciare il centrodestra

Boatos nuovi di zecca in quel di Montecitorio: ad amplificarne la portata è Affaritaliani, il sito web che riporta la notizia di un’imminente nuova sterzata politica di Lamberto Dini. L’uomo che aveva contribuito ad affossare il governo Prodi, che era stato premier e governatore della Banca d’Italia e che alle ultime elezioni era stato eletto nel centrodestra, starebbe consumando un nuovo clamoroso divorzio. Dini infatti starebbe meditando seriamente di entrare nella Costituente di centro lanciata dal leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini. Alla base di questo nuovo strappo (Dini aveva già lasciato il Polo per l’Ulivo in un lontano passato per poi tornare recentemente nel centrodestra che ora si appresta a lasciare nuovamente) ci sarebbe il peso, secondo lui eccessivo, della Lega Nord nella compagine governativa e nelle scelte più importanti in proporzione al ridottissimo spazio lasciato ai diniani nel centrodestra.