GLI ENTI LOCALI VENDANO I LORO BENI IN ECCESSO

Invece di «piangere miseria» gli Enti Locali vendano le loro ricche partecipazioni nelle controllate. I tagli dei trasferimenti agli enti locali, ad iniziare dai comuni, previsti nella legge finanziaria 2007, non sono una novità introdotta dal Governo Prodi. Per la verità già il Governo Berlusconi aveva avviato una manovra finanziaria tesa a ridurne le spese. Manovra che aveva fatto gridare al rischio di sfascio dei Comuni. La vera novità semmai è il fatto che l'Anci, l'associazione dei Comuni d'Italia, per gran parte governati dal centro-sinistra, gridi oggi contro la maggioranza di Governo che ha fortemente sostenuto nel corso della passata campagna elettorale, fino al punto di minacciare di consegnare le chiavi delle diverse città a Palazzo Chigi. Forse si attendevano un trattamento di riguardo; comunque queste grida dimostrano un lato positivo della legge, ovvero «il Governo non si fa influenzare dalle clientele politiche». Di fronte alle proteste di Sergio Cofferati, Sergio Chiamparino, (...)