Entro novembre l’offerta su Meta

Hera

Hera ha reso noto di avere depositato in Consob la richiesta di lanciare, come previsto dal piano di fusione tra le due multiutility emilianoromagnole, un’offerta pubblica di acquisto volontaria e parziale su 49.967.773 azioni ordinarie di Meta, la ex municipalizzata di Modena. L’offerta riguarda il 29% del capitale sociale versato e sottoscritto della società modenese, per un valore di 2,825 euro per azione. L’integrazione darà vita a un operatore con un fatturato, su base 2004, di circa 1,8 miliardi di euro, un «ebitda» di oltre 360 milioni, una capitalizzazione di Borsa superiore a 2,2 miliardi. Il periodo di adesione all’Opa, valida solo in Italia e il cui calendario andrà però concordato con Borsa Italiana, potrebbe iniziare alla fine di ottobre e concludersi a fine novembre. Gli enti pubblici soci di Meta hanno già manifestato l’intenzione di aderire; nel caso in cui le adesioni superino l'offerta si andrà al riparto proporzionale.