Eolico, Pesenti sbarca in Egitto Sorgenia fa shopping in Francia

La società della Cir acquista la Sfe per 200 milioni Italcementi costruirà un impianto da 400 megawatt

da Milano

Le imprese italiane puntano sull’eolico oltre-frontiera: ieri Sorgenia (gruppo Cir) ha annunciato un’acquisizione da 200 milioni di euro in Francia, mentre Italcementi ha siglato un memorandum di intesa per la realizzazione in Egitto di un parco eolico del valore di 180 milioni di euro.
Sorgenia, società controllata dal gruppo Cir e partecipata dall’austriaca Verbund, ha vinto la gara per l’acquisizione di circa l’80% del capitale di Société Française d’Eoliennes (Sfe), secondo operatore francese di energia elettrica da fonte eolica, per un prezzo di circa 198 milioni di euro. L’operazione sarà chiusa entro fine anno: entro lo stesso termine il rimanente 20% degli azionisti di Sfe potrà vendere le sue azioni a Sorgenia alle stesse condizioni. L’acquisizione sarà finanziata attraverso linee di credito già esistenti: in particolare Sorgenia ha firmato nel marzo scorso un finanziamento di 345 milioni con Intesa Sanpaolo e a luglio un altro finanziamento da 500 milioni con Mps.
La società sta puntando molto sull’energia da fonti rinnovabili, sia sul fronte della produzione (il piano industriale prevede una forte espansione nell’eolico), sia su quello della clientela a cui il gruppo offre la possibilità di acquistare elettricità «verde». Société Française d’Eoliennes ha 100 Mw installati nel settore eolico, 39 Mw autorizzati e di prossima costruzione e circa mille Mw in diverse fasi di sviluppo. La società sta sviluppando anche 37 Mw di impianti fotovoltaici nel sud della Francia. Da parte sua Sorgenia ha già in funzione 101,5 Mw nel settore eolico, conta su 120 Mw autorizzati o in costruzione e su circa 2.700 Mw in varie fasi di sviluppo. Nel fotovoltaico ha 5 centrali in esercizio per un totale di 5 megawatt e altri 10 impianti entreranno in funzione entro il prossimo marzo portando la potenza installata a 15 Mw.
Sempre ieri Italgen, controllata dalla Italcementi, ha firmato con il ministero dell’Energia egiziano un memorandum di intesa per la realizzazione di un parco eolico da 400 megawatt a Gabal El Zeit, sulle sponde del Mar Rosso. Alla firma dell’accordo erano presenti il ministro egiziano per l’Energia e l’Elettricità, Hassan Younes, e il consigliere delegato di Italcementi Carlo Pesenti. Italgen, società controllata interamente da Italcementi, ha fino a oggi operato soprattutto in Italia, riservando al gruppo quasi tutta l’energia prodotta. Di questa, attualmente il 44% proviene da fonti rinnovabili, in particolare dalle 14 centrali idroelettriche situate in Piemonte, Lombardia e Veneto.
Nel 2006, Italgen, con una capacità produttiva nominale di 126 MW, ha registrato un fatturato di 100,7 milioni di euro, a fronte di una produzione annua di 853 GWh. Il piano di sviluppo dei prossimi cinque anni prevede l’avvio di iniziative internazionali - in fase di studio in Marocco e Turchia - parallelamente a quello di nuovi progetti in Italia.