E.On brilla a Francoforte

Le parole di Alan Greenspan sulla situazione economica negli Usa hanno ridato tono ai mercati azionari di oltre Atlantico, ma a New York, a un’ora dalla chiusura, il Dow Jones aveva ridotto il rialzo allo 0,48% e il Nasdaq cedeva lo 0,09%. Protagonista dei listini Usa il titolo General Motors, che cresce intorno al 2% all’annuncio della riduzione di 25mila dipendenti entro il 2008. Balzo in avanti di Aerogen (più 10,5%), dopo il cambio dei vertici. Scivola invece Sears Holdings di oltre il 5% dopo la fusione tra Kmart con Sears Roebuck. Irregolari i tecnologici con Apple che perde un altro 2%, mentre Google sale del 2%. Borse europee in fermento. A Francoforte il titolo Siemens guadagna il 2,3% all’annuncio della cessione della divisione cellulari alla taiwanese Benq; richieste anche le utility Rwe (più 3,7%) ed E.On (più 2,1%). A Parigi Pernod Ricard sale del 5,5% dopo l’accordo con Diageo, mentre a Londra crollo di United Utilities (meno 32,8%), mentre Diageo si rafforza del 3 per cento.