Epicas sbanca l’Adidas Cup Ramazzotti si deve inchinare

Tra i vincitori Evani e Vierchowod Oggi in campo anche il Giornale

Adidas Cup, arrivederci. La serata finale a San Siro ha laureato la corazzata Epicas che ha superato 3-2 Radiorama guidata da un Eros Ramazzotti in gran spolvero, dal solito bomber Savi la cui doppietta aveva illuso i ramazzottiani, mentre il brasiliano Leonardo è apparso sottotono. Tra i gialli vincitori, con in panchina il «mister» Maurizio Ganz e l'insostituibile Bebo Martinotti, Chicco Evani, Vierchowod, Braglia tra i pali, Ciccio Colonnese ancora pronto per i grandi palcoscenici, il regista Mauro Tavola, sono stati eguagliati in bravura da Ludovico Costacurta (fratello di Billy) e Castellazzi (autori delle prime due reti), Andrea Maldera (figlio d’arte), Iacopo Tedeschi (figlio del Corrado attore) e soprattutto da quel Riccardo Conte che a una manciata di secondi dalla fine ha trovato il gol decisivo.
La festa è stata grande, con l’incasso devoluto a Fondazione Milan e la perfetta organizzazione del club di via Turati e con Adriano Galliani che ha premiato i vincitori e gli allievi rossoneri di Evani campioni d’Italia, mentre sul Meazza si abbatteva un diluvio. E il divertimento è continuato con tanti grandi ex (bastano Franco Baresi e Albertini?) che si sono affrontati nella partita delle stelle.
In precedenza Media Partners aveva conquistato il podio superando 7-4 Citizens of humanity, gol di Musazzi (2), Locatelli, Fiore (2), Sapienza e Tremolada per i vincitori, mentre una doppietta di Cauet, ex interista, e i gol di Aubameyang e Ardizzone hanno addolcito la pillola per gli sconfitti. A ancora la passerella tra i migliori delle squadre eliminate e qui il Giornale ha fatto la parte del leone con quattro elementi in campo: capitan Andrea Manzoni, i portieri Luca Mutinelli e Cristian Donati e, soprattutto, con la fantasia di Antonio Lastella, autore di 4 gol nella sfida vinta 9-5 sulla rappresentativa di Impossibile is nothing col solito francese Stephan Lemarchand (capocannoniere dell’Adidas Cup) in grande evidenza con un poker di reti.
Ma la festa non è finita. Oggi giornata finale del Trofeo San Siro 2000-Memorial Lino Burgaretta, dedicato al dirigente rossonero scomparso un anno fa. In mattinata un minitorneo tra i giovanissimi di Cimiano, Lombardia 1, Vermezzo e Calvairate, poi alle 14 la sfida tra il Giornale e Striscia la notizia col Gabibbo a fare da incursore durante il gioco. Dalle 16 i quarti di finale tra Polizia di Stato-Consorzio San Siro, Oratorio Bariana-Inter, Dico no alla droga-Milan, Teatro La Scala-Comune di Milano. Alle 18,20 le semifinali e subito dopo il derby rosa (creato proprio dal compianto Burgaretta) tra Milan e Inter. Alle 20,30 la finale. Ingresso a libera offerta e in beneficenza, previsti centinaia di premi per gli spettatori.