Epifani contro Padoa-Schioppa: "La colpa non è solo dei ragazzi"

Il segretario della Cgil: "È chiaro che se non fai case a prezzi possibili e se i lavori precari sono
spesso precari anche nella qualità economica, non ci si può stupire che il giovane resti a
casa"

Siena - Quella sui bamboccioni "forse è una battuta del ministro". Lo ha detto il segretario della Cgil Guglielmo Epifani stamani a Siena in un incontro con i delegati della Cgil, rispondendo ad una domanda sulla definizione data dal ministro del Tesoro Padoa-Schioppa. "Con mille euro all’anno - ha aggiunto - non si risolve il problema. Per me è più importante dare vita ad un piano di costruzione di alloggi". "I ragazzi italiani - ha osservato Epifani - hanno problemi, studiano, hanno lavori precari. Talvolta sono costretti a vivere a casa fino a tardi. Ma non credo che la responsabilità ricada solo sui ragazzi. È chiaro che se non fai case a prezzi possibili e se i lavori precari sono spesso precari anche nella qualità economica, non ci si può stupire che il giovane resti a casa".