Epifani contro Padoa-Schioppa "Il tesoretto c'è sicuramente"

Il leader della Cgil smentisce il ministro dell'Economia: &quot;Ci sono dei margini e vanno spesi&quot;. Angeletti: <strong><a href="/a.pic1?ID=241575">meno tasse</a> </strong>ai lavoratori dipendenti&quot;. Montezemolo: <strong><a href="/a.pic1?ID=241582">&quot;Positivo il dialogo coi sindacati sui salari&quot;</a></strong>

Palermo - "Certo che questo balletto se il tesoretto c’è o non c’è anche all’interno del Governo non va bene perché non si può fare anche questo rapporto con i cittadini basato su opinioni così discordanti su un tema così delicato". Lo ha detto il leader della Cgil, Guglilemo Epifani, a Palermo per la raccolta firme per il tax day. "Il tesoretto c’è sicuramente, non so dire quali siano le sue dimensioni e non spetta neanche al sindacato o a me dirlo - ha aggiunto - ma sicuramente ci sono dei margini e questi margini vanno spesi".

"Intervenire sui salari prima del voto" "Bisogna dare risposta ai redditi delle famiglie, dei lavoratori e degli anziani è necessario farlo adesso per sostenre la domanda e i consumi e per fare un po' respirare quelle situazioni di grandissimo disagio economico e sociale che il Paese e soprattuto il Mezzogiorno esprimono", ha detto Epifani. "Credo - ha aggiunto - che si possa fare qualcosa prima delle elezioni. Non ho perso questa speranza e credo anche nell’iniziativa di domani. La stessa raccolta di firme che oggti inizia ha questo segno. Naturalmente bisogna fare il masimo per farlo adesso, ma in ogni caso è un tema che per noi è essenziale vada risolto".