Epifani: "O il governo cambia o faremo sciopero"

Il segretario della Cgil: "Di fronte ad una crisi eccezionale serve una politica
eccezionale, se il governo pensa di affrontare una crisi che costa decine di miliardi ai
lavoratori soprattutto giovani e donne con strumenti ordinari si sbaglia"

Roma - "Se il governo domani non cambia la propria impostazione noi faremo lo sciopero". Lo ha confermato il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, parlando all’assemblea nazionale della Fp-Cgil Medici, riguardo al piano anticrisi che sarà presentato domani dall’esecutivo. "Di fronte ad una crisi eccezionale - ha affermato Epifani - serve una politica eccezionale, se il governo pensa di affrontare una crisi che costa decine di miliardi ai lavoratori soprattutto giovani e donne con strumenti ordinari si sbaglia".

Per il dirigente sindacale la Cgil non dice questo "per ragioni strumentali ma lo dice perché se il paese non viene governato in questi anni con una politica fiscale ed economica diversa, affronterà la crisi nel modo peggiore possibile". Il leader della Cgil ha ancora detto che bisogna provare ad accompagnare chi è in difficoltà in questa crisi, evitando che ci si chiuda in se stessi. "È una battaglia che facciamo per il paese, per il suo futuro e per i giovani".