Epifania senza neve, ma i fiocchi cadranno il giorno dopo

Temperature in calo da domani. Ghiaccio, dal 27 dicembre sparse sulle strade 6mila tonnellate di sale

Epifania senza fiocchi. La neve però potrebbe imbiancare nuovamente la città il giorno dopo. «Sabato notte - ha anticipato Rino Cutuli del centro meteorologico Epson -. Durante il fine settimana potrebbe nevicare in buona parte della pianura». Milano è pronta per affrontare la quinta nevicata, ha annunciato il vicesindaco Riccardo De Corato. Dieci automezzi dell’Amsa sono al lavoro 24 ore su 24 per spargere sale e cercare di prevenire i rischi causati dal ghiaccio sulle strade. I mezzi escono alle 5.30, l’operazione coinvolge venti addetti per ognuno dei tre turni di lavoro.
«Non è un impegno da poco - ha precisato il vicesindaco - basti pensare che dal 27 dicembre, giorno della penultima nevicata, sono state sparse su Milano 6mila tonnellate di sale».
Le temperature nel frattempo scenderanno ancora. «Oggi, domani e giovedì avremo cielo sereno - ha confermato Cutuli -. Temperature rigide durante la notte e le prime ore del mattino fino a sei gradi sottozero. Nelle ore pomeridiane la colonnina di mercurio, per effetto del sole, salirà fino a 5 gradi sopra lo zero. Ma mercoledì arriverà la tramontana, altra aria fredda dall’Europa del Nord che abbatterà le massime».
Avremo ancora più freddo, insomma. Di giorno soltanto due o tre gradi. Rischio gelate notturne assicurato, dunque. E la neve? Per venerdì, giorno dell’Epifania, avremo certamente il cielo coperto, hanno confermato al centro meteorologico. «Ci saranno le nuvole ma non la neve - ha precisato Rino Cutuli -. Prevediamo nevicate in pianura a partire dalla notte del giorno successivo». Ovvero sabato. Un ponte da bianco Natale.