Epifania sotto la neve, allerta sulle autostrade Voli cancellati a Milano

E' arrivata la perturbazione di origine polare che porta nevicate
intense su tutte le regioni settentrionali. Da ieri notte neve e ghiaccio cadono
sulle strade del rientro al Nord. Domani scuole aperte a Milano

Roma - Epifania imbiancata in tutto il centro-nord. Da ieri notte neve e ghiaccio cadono sulle strade del rientro: oltre 600 km di autostrade sono coperti da una coltre bianca. già ieri pomeriggio la Protezione civile aveva invitato gli italiani ad anticipare le partenze per evitare problemi. Secondo l’Osservatorio di Milano sono, infatti, 5 milioni a tornare dalle vacanze: il 65% si muoverà in auto.

Neve su 600 km di autostrade Da questa notte nevica su circa 600 chilometri della rete autostradale senza disagi per la circolazione: lo comunica Autostrade per l’Italia, che ha messo a punto dei piani di intervento. Le precipitazioni nevose attualmente interessano il centro-nord della penisola. Alle 8 le autostrade interessate dalle precipitazioni nevose sono: la A1 Milano-Napoli, tra Milano e Bologna, la A4 Milano-Brescia, tra Milano e Bergamo, la A8 Milano-Varese, la A9 Lainate - Como-Chiasso, la A6 Torino - Savona, la A7 Milano-Genova, tra Serravalle e Genova e la A26 Genova Voltri-Gravellona Toce, tra Genova ed Alessandria. Per tutta la giornata e fino a domani sono previste ancora precipitazioni a carattere nevoso che potranno interessare anche l'A1 nel tratto appenninico tra Bologna e Firenze e l'A13 nel tratto Veneto in prossimità di Padova. Autostrade per l'Italia ha attivato il proprio piano operativo, che per il nord-ovest della penisola ha coinvolto circa 600 mezzi spazzaneve e spargisale. Nella giornata di oggi è previsto un aumento dei volumi di traffico in circolazione in direzione dei grandi centri urbani, dovuto ai rientri dalle vacanze di Natale e Capodanno e che i mezzi pesanti non potranno circolare fino alle ore 22. Autostrade per l’Italia invita gli automobilisti e gli autotrasportatori a verificare la manutenzione dei veicoli, a dotarsi di catene a bordo o pneumatici invernali ed a mantenersi costantemente informati sulle condizioni meteo e di viabilità ascoltando Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5 e attraverso i pannelli a messaggio variabile.

L'invito della Protezione civile A chi, comunque, si metterà in viaggio nelle prossime ore, il Dipartimento ha consigliato di verificare le buone condizioni generali del veicolo; munirsi di catene o pneumatici da neve; avere a bordo bevande calde o altro per rendere meno disagevole le eventuali code, soprattutto se si viaggia con bambini o anziani; usare la massima prudenza nella guida, necessaria per ridurre al minimo il rischio di incidenti in caso di neve o ghiaccio; controllare il livello del carburante, così da averne una adeguata disponibilità in caso di soste prolungate.

Disagi negli aeroporti a Milano Disagi negli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa per la neve, che da questa notte continua a cadere sulla città e sulla Lombardia occidentale. Linate ha una sola pista e la qualità della neve, che si attacca facilmente al terreno, rende difficile tenerla pulita. Finora nello scalo tre voli sono stati cancellati e tre dirottati, due su Malpensa e uno su Genova. A Malpensa la situazione è più semplice, perché ci sono due piste: per ora ci sono solo ritardi dei voli. Nonostante la neve è prevista anche per domani, le scuole resteranno aperte e l'ecopass sarà in funzione. Contrariamente a quanto emerse dalle prime ipotesi formulate nel corso del vertice di piazza Beccaria, le scuole resteranno aperte domani nonostante l’abbondante nevicata. "La situazione in città è sotto controllo", spiega il sindaco Letizia Moratti, al termine della riunione con Protezione civile, Polizia Municipale, Amsa e Atm, presso la centrale operativa di via Beccaria. Durante la notte sono stati utilizzati da Amsa 130 automezzi per la salatura delle strade e delle piazze cittadine, 222 automezzi di ridotte dimensioni per la salatura dei marciapiedi e dei punti mirati come ingressi degli ospedali, delle scuole, accessi alle metropolitane e banchine delle fermate Atm e 524 operatori per la salatura manuale di marciapiedi.

Allarme senzatetto Con le temperature rigide sale l’allarme per i senzatetto nelle città. A Bolzano sono stati aperti tre centri di ricovero. Tra i picchi di freddo, si segnalano oggi i -30 gradi di Rivisondoli (L’Aquila), i -21 dell’altopiano di Marcesina (Vicenza), i -11 di Cortina d’Ampezzo (Belluno). Nelle città, la colonnina di mercurio è scesa fino a -7 a Torino, Bologna, Perugia, Udine e Arezzo, a -10 a Bolzano e -9 a Verona. Sull’arco alpino è sempre forte il rischio valanghe. Il Comune di Roma ha disposto, infatti, l’apertura straordinaria di sette stazioni della metropolitana per il ricovero di persone senza fissa dimora. I senzatetto saranno, quindi, assistiti dalla Caritas diocesana di Roma mentre l’Ama si occuperà del servizio di pulizia delle stazioni interessate.