Equilibri Fini e Schifani pronti a ritoccare la Bicamerale

La soluzione è ancora lontana ma qualcosa si muove sul fronte della bicamerale che l’altroieri ha bocciato il decreto sul federalismo fiscale. Se sarà chiesto dai gruppi parlamentari, i presidenti delle Camere procederanno a una verifica nella composizione della commissione bicamerale sul federalismo. È quanto precisa una nota congiunta di Renato Schifani e Gianfranco Fini che apre quindi un importante spiraglio sulla possibilità di riequilibrare i numeri a favore della maggioranza dopo il passaggio del Fli all’opposizione. Come ha rilevato il ministro Calderoli «c’è il paradosso di una maggioranza assoluta nelle Camere che non ha una maggioranza in bicamerale e un’opposizione presente in maniera assolutamente sproporzionata, come i 4 del terzo polo sui 30 complessivi». Opinione condivisa dal presidente del Senato Renato Schifani che aveva espresso una volontà propositiva di restituire l’equilibrio alla bicameralina, per renderla più rispettosa dell’esito delle elezioni e della maggioranza di governo. Ieri sera il colpo di scena con il comunicato congiunto Fini-Schifani nel quale si precisa che «qualora venga chiesto dai Gruppi interessati, per i presidenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica nulla osta a effettuare una verifica della composizione dell’organo medesimo».