Equilibrio interiore (e nel mondo) in 120 scatti

«Strike your balance», ovvero un racconto per immagini. Sono i volti e le testimonianze di artisti, intellettuali, imprenditori, giornalisti e stilisti ma anche della gente comune «in equilibrio», ovvero alla ricerca del senso della vita, nella società contemporanea. La mostra, ideata dall'imprenditore di moda Alessandro Bastagli e dal creativo Michele Pecchioli è stata inaugurata ieri alla Biblioteca Nazionale di Firenze e si protrarrà fino al 27 gennaio: presenta i 120 scatti del fotografo d'arte Riccardo Cavallari.
Le immagini, che fanno luce sui mondi interiori, sulle paure e sulle speranze, sono state riunite in un volume edito da Giunti il cui ricavato sosterrà la campagna WWF «Green Hearth of Africa» e i suoi progetti per la salvaguardia del Bacino del Congo, il secondo polmone verde del mondo, dopo l’Amazzonia, un vero e proprio scrigno di vita e biodiversità che viene deforestato al ritmo di 700.000 ettari l'anno, mentre caccia e bracconaggio minacciano specie simbolo come gorilla, elefanti e leopardi. «Strike your bilance» vuole far riflettere sul senso del nostro stare nel mondo ma è anche un grande gesto di solidarietà e di impegno, un accorato invito all'azione contro le ingiustizie, l'inquinamento globale e il dissennato abuso delle risorse naturali. L’evento è stato possibile a LineaPiù Italia, al Monte dei Paschi di Siena e a Everlast, che al Pitti ai classici colori praga, antracite e ecrù, abbina nuove gradazioni per le sue classiche felpe: per la donna il giallino, il ruggine e il rosa. Oltre ad accostamenti vivaci come il blu copiativo con il rosso. Per l’uomo il giallo, il verde e il nuovo ruggine. Un’esplosione di felpe insomma, alcune con lana e pellicciotti, altre come giacche morbide.