Equilibrio con la vita privata e ottenere ruoli stimolanti

Alla ricerca del posto ideale gli studenti italiani sono motivati da grandi aspettative: equilibrio tra vita privata e carriera, sfide professionali e retribuzione competitiva. È quanto emerge da un sondaggio che Universum, istituto internazionale di consulenza ed Employer Branding, ha condotto interpellando 5.122 laureandi di economia, di ingegneria e scienze delle più importanti università italiane.
Tra i fattori sui quali gli studenti puntano nella ricerca dell’impresa ideale troviamo la buona gestione aziendale che ispira fiducia. «Non a caso - si legge in una nota - se consideriamo la forte influenza che le aziende di successo esercitano sui giovani attraverso la televisione, i giornali e i media in generale». Gli intervistati italiani, inoltre, preferiscono incontrare le aziende ambite in seno alle università. «Il fatto è - spiega il rapporto - che i laureandi vogliono sapere come le aziende funzionano, com’è lavorare per loro e che possibilità offrono. Pertanto, preferiscono le aziende che fanno una politica di presentazione nelle stesse università e i siti aziendali».
Alla domanda: «Quali obiettivi di carriera pensi di raggiungere entro i primi tre anni successivi alla laurea? Il 44% degli interpellati ha dato la preferenza al fattore «equilibrio tra lavoro e vita privata». Il 53% delle donne e il 42% dei maschi preferiscono più tempo libero da dedicare alla vita privata. «Da questi dati sembra emergere che i giovani si aspettino più tempo libero, ma contemporaneamente anche l’offerta di incarichi stimolanti».