Natale, viaggio nelle feste delle città d'arte dell'Emilia Romagna

Cinque proposte per chiudere il bellezza il 2015, viaggio di qualità fra mostre, eventi e il Capodanno più lungo del mondo. Ecco dove andare

Per chi non ha ancora deciso dove e come trascorrere le festività, l’idea migliore rimane quella di un piccolo viaggio di qualità. Passare qualche giorno in una bella città d’arte italiana e visitare mostre interessanti: è questa la proposta delle Citta d’Arte dell’Emilia Romagna. Perché sceglierle? Perché sono piene di bellezza, romantiche e sorprendenti. Durante le feste si riempiono di mostre, appuntamenti e tanto altro. Gironzolerete fra i labirinti delle vie medioevali, entrerete in piccole botteghe, panifici storici, basiliche silenziose, osterie, dove l’atmosfera amichevole è rimasta quella di una volta. E non bisogna dimenticare di fotografare i celebri portici, un "marchio di fabbrica" della Via Emilia.

A Piacenza ci si scambia gli auguri alla festa in Piazza Cavalli

Piacenza è la città dei palazzi nobiliari e dei castelli. Da qui nel Medio Evo partirono i cavalieri per le Crociate. Fra tanti edifici affascinanti, c’è anche una reggia. E’ Palazzo Farnese che all’interno custodisce il Museo delle Carrozze e un fegato di bronzo che serviva agli aruspici per i vaticini. Il 31 dicembre sera c’è un invito anche per voi alla festa della città che si tiene a Piazza Cavalli.

A Parma fra le colorate bancarelle del gran mercato delle biodiversità

Panettoni con farine antiche, marmellate di frutti dimenticati, manufatti in lana di pecora cornigliese, birrifici artigianali. E’ una meravigliosa festa di profumi e di colori il Mercato della Biodiversità C’era una volta che si tiene nel cuore di Parma, a Piazza Garibaldi. Si cammina fra gusti, assaggi, degustazioni a ogni piè sospinto. Non si scoprono solo tanti sapori nuovi, ma anche conoscenze con i tanti laboratori, incontri, seminari. Il tutto in una citta a bellissima come Parma. Fino al 23 dicembre.

A Bologna lo spettacolo in piazza di Capodanno è DALLALTO

Negli ultimi tempi Bologna è diventata una destinazione molto amata dai turisti stranieri. I giornali americani e inglesi si sono innamorati di Bologna, splendida da scoprire a piedi con i suoi nuovi piccoli locali con i tavolini allestiti direttamente sui vicoli medioevali del centro storico e mercatini del food dove si acquista e si consuma sul posto. Il 31 dicembre c’è la festa in Piazza Maggiore e a mezzanotte il rogo del Vecchione e di tutti i guai dell’anno vecchio. Un dj set internazionale sarà installato in alto, sul balcone di Palazzo del Podestà.

A Faenza una notte scacciaguai nei bagliori di Piazza del Popolo

Faenza è una piccola città di charme (l’antica e felice Faventia romana) con i palazzi adornati da maioliche preziose e osterie storiche dove passare un pomeriggio con gli amici o semplicemente leggendo un libro. Il miracolo di mantenere ritmi umani qui è riuscito. Il 5 gennaio in Piazza del Popolo si brucia il Niballo, simbolo delle avversità. E’ la Notte de Bisò che chiude il Palio di Faenza, fra mercatini, tradizionali boccali di ceramica e bisò (vin brulè).

A Rimini tuffatevi nel Capodanno più lungo del mondo

In questo periodo a Rimini ci si tuffa nel Capodanno più lungo del mondo: i festeggiamenti sono cominciati il 1 dicembre e andranno avanti fino all’Epifania con oltre 100 appuntamenti. Eventi, spettacoli, mostre presepi (da vedere quelli grandi di sabbia che sono stati realizzati sulle spiagge). Il 31 dicembre non ci accontenterà quindi di una sola festa, ma ci sono tanti Capodanni ‘diffusi’ che si festeggeranno in punti diversi e caratteristici della città per tutta la notte. Il clou: il grande concerto gratuito con i big della musica italiana davanti al Grand Hotel.

Prima di partire, informazioni e offerte per weekend tutto incluso su www.cittadarte.emilia-romagna.it - da smartphone su www.art-city.mobi

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Dom, 20/12/2015 - 14:24

regione sinistronza, mai ci andrò