Era orgoglioso di essere uno del «muretto»

Figlio di un brigadiere dei carabinieri attualmente in servizio ad Ascoli, Davide Corradetti, 16 anni, faceva parte anche lui del gruppo di ragazzi che, tutte le sere, si riuniva sul muretto di Appignano del Tronto. Pure per lui arrivare su quel muretto ha rappresentato una piccola conquista. Un piccolo passo in avanti e la sensazione di stare diventando grande. «Non l’ho mai visto litigare con nessuno - ricorda un amico incontrato sul muretto -. Non è giusto quello che è successo. Perché è accaduto? Io lo avevo incontrato proprio quella sera. Ma non avrei mai immaginato che sarebbe stata l’ultima sera». Davide, insieme a Danilo, era iscritto al corso sperimentale all’Ipsia di Ascoli ed aveva contribuito a organizzare la manifestazione "La scuola diventa creativa"». \