Era scomparso da tre anni lo trovano a fare il turista

da Lampedusa

Da ormai tre anni era scomparso nel nulla. I familiari, che già nel 2002 avevano presentato denuncia di scomparsa, non speravano più di ritrovarlo ancora vivo. Franco Chiesa, sessanta anni, di Osio di Sotto, in provincia di Bergamo, sposato e padre di figli, nel 2002, si era allontanato dalla propria abitazione, abbandonando tutto e tutti e facendo perdere le proprie tracce. Ieri pomeriggio, i carabinieri della stazione di Lampedusa, in un normale giro di perlustrazione, in prossimità della base americana «Loran», hanno notato un tizio a torso nudo. I militari dell'arma lo hanno fermato. L'uomo ha subito tenuto a precisare di essere un turista e che stava facendo un giro dell'isola. Portato in caserma per essere identificato, i carabinieri hanno accertato che si trattava però, della persona scomparsa da Bergamo tre anni fa e pertanto hanno immediatamente contattato i familiari. La singolarità della vicenda sta nel fatto che l'uomo sembra abbia scelto Lampedusa per viverci. Inizialmente, quando i carabinieri hanno notato l'uomo si erano messi in allarme credendo che si trattasse di un altro giornalista che, come l'inviato dell'Espresso, voleva spacciarsi per clandestino al fine di entrare all'interno del centro di permanenza temporanea. Quando è stato fermato, infatti, Franco Chiesa non ha voluto subito fornire le proprie generalità, le forze dell’ordine, hanno creduto che si potesse trattare di un altro giornalista travestito da immigrato clandestino. Proprio così infatti, era iniziata l’esperienza dell’inviato del settimanale, quando era stato trovato dai carabinieri. Ma una volta in caserma però, la verità è saltata fuori.