Era la «vittima» di Berlusconi Ma Schulz fa davvero il kapò

Protagonisti si nasce, e che Lilli aveva stoffa lo si capiva già ai tempi del Tg1. Memorabile la sua gioia dopo l’elezione al Parlamento Ue: «Ho avuto più preferenze del Cavaliereee!». Già, Berlusconi, il suo avversario numero uno. Ma erano tempi lontani. La vera consacrazione, la Gruber l’ha ottenuta alle nozze Briatore-Gregoraci. Il vestitino giallo-shocking di Simona Ventura? Non l’ha notato nessuno. I Duran Duran? Trattati come un’orchestrina di paese. Tutti gli occhi erano per lei, Lilli la rossa, sorriso complice e taccuino in mano. Lontani i tempi in cui la compagna Giovanna Melandri spergiurava di non aver ballato nella villa di Flavio a Malindi, la nostra Gruber, raccontano i presenti, si è pure «gettata affettuosamente» sul premier, «bloccandolo con cinguettii smorfiosi». Deferente.