Erg, arriva a 113 milioni di euro il margine dei primi tre mesi 2007

È di 113 milioni di Euro rispetto ai 73 milioni di Euro dei primi tre mesi del 2006 il margine operativo lordo consolidato della Erg presente nella relazione del primo trimestre 2007. L’annuncio è del Consiglio di Amministrazione di ERG S.p.A. che si è riunito ieri per esaminare la situazione a oggi.
Il risultato operativo netto di Gruppo a valori correnti, per il periodo, è pari a 69 milioni di Euro rispetto ai 36 milioni di Euro raggiunti nello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato netto di Gruppo a valori correnti è pari a 21 milioni di Euro rispetto al pareggio registrato nel primo trimestre 2006. L'incremento è dovuto al risultato positivo del settore Raffinazione Costiera: il margine operativo lordo a valori correnti è pari a 52 milioni di Euro rispetto al risultato negativo per 2 milioni di Euro registrato nello stesso periodo del 2006. L'incremento è attribuibile, principalmente, alla buona performance degli impianti. Il risultato ha, inoltre, beneficiato della redditività di uno dei nuovi impianti di desolforazione oltre che del miglioramento dello scenario di raffinazione, soprattutto in termini di margini.
Alessandro Garrone, Amministratore Delegato del Gruppo, ha commentato: «Il risultato complessivo del primo trimestre è stato positivo ed in crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo, principalmente, grazie al contributo del settore Raffinazione costiera che ha registrato un andamento positivo per effetto del buon funzionamento dei nostri impianti, a seguito degli importanti investimenti effettuati, e di uno scenario petrolifero più favorevole. Per la restante parte dell'anno ci aspettiamo una buona performance del settore anche a seguito del completamento dell'impianto di pre-trattamento della carica FCC (fluid catalytic cracker) che entrerà in funzione entro giugno. Nella prima parte del secondo trimestre i margini di raffinazione sono stati, in media, molto soddisfacenti, più elevati rispetto a quelli registrati nel corso dei primi tre mesi dell'anno».