Erg cresce nel settore dell’energia eolica

Da ieri ERG è azionista di maggioranza di EnerTAD con una quota pari al 51%, mentre Alerion mantiene la sua quota del 17%. Nell'ambito delle intese tra Alerion ed ERG raggiunte il 27 luglio e il 3 agosto scorsi, già oggetto di precedenti comunicati congiunti in pari data, è stato formalizzato l'acquisto da parte di ERG, al prezzo di 3,10 Euro per azione, delle quote detenute dal Gruppo TAD in EnerTAD, attraverso Fintad International e Tadfin. L'acquisizione si è perfezionata a seguito dell'assenso formale da parte di tutte le banche creditrici del Gruppo TAD.
Sempre nella giornata di ieri sono stati sottoscritti tra ERG ed Alerion i patti parasociali che regoleranno la loro comune partecipazione in EnerTAD ed è stata data definitiva formalizzazione ad altre pattuizioni oggetto delle intese di luglio tra le quali, in particolare, la stipula del contratto di opzione «call» a favore di ERG sull'intera quota detenuta da Alerion a fronte di un corrispettivo di 0,70 Euro per azione, in linea con le valutazioni di mercato. L'opzione potrà essere esercitata entro dicembre 2007 ad un prezzo di 3,10 Euro per azione.
EnerTAD, società quotata alla Borsa di Milano, produce energia elettrica da fonti eoliche con una capacità installata di 77 MW e una quota di mercato, in Italia, pari al 4,5%. Il piano industriale per il triennio 2006-2009 prevede un'ulteriore crescita per raggiungere una potenza complessiva di 350 MW di cui 133 MW già autorizzati e 50 MW in fase autorizzativa avanzata.
ERG, attraverso la partecipata ERG CESA Eolica, produce energia elettrica da fonti eoliche con una capacità installata di 31 MW. Il piano di investimenti prevede di raggiungere, entro il 2008, una potenza complessiva di 300 MW di cui 161 MW già autorizzati.
Alerion, per il tramite della controllata Alerion Energie Rinnovabili, possiede, attraverso società di scopo, 65 MW eolici autorizzati e 90 MW in fase autorizzativa avanzata; il piano di investimenti prevede di raggiungere, entro il 2009, una potenza complessiva di 250 MW.