Erg investirà 2,5 miliardi

da Milano

Due miliardi e mezzo di euro: è quanto vale il piano strategico 2007-2010 messo a punto da Erg, finalizzato soprattutto al potenziamento del settore della produzione di energia elettrica e del gas dove verrà investito il 65% di quanto stanziato. In base al piano, Erg prevede una «solida crescita» degli utili e della generazione di cassa e un consistente incremento della quota di mercato nel settore eolico, destinata a salire al 20% secondo quanto dichiarato da Alessandro Garrone, ad del gruppo. Per quanto riguarda la rete commerciale dei distributori Erg, Garrone ha spiegato che «è in corso un’operazione di ristrutturazione della rete», che prevede un esborso di «70 milioni di euro fino al 2008». Con l’operazione cambierà il marchio, che adotterà uno sfondo verde anziché blu. Per Garrone, «tra eolico e “power & gas” il margine operativo lordo sarà di 500 milioni, di cui il 50% da fonti rinnovabili». Da escludere la distribuzione in tempi brevi di biocarburanti, dal momento che il gruppo sta «valutando di costruire un impianto per biodiesel in Sicilia». Una produzione che, secondo Garrone, più che all’autotrazione potrà essere destinata a «piccole centrali elettriche». Un settore, quest’ultimo, cui Erg guarda con attenzione, dato che prevede di investire 50 milioni in «partecipazioni di minoranza» in impianti in via di costruzione.