Erg investirà quasi un miliardo entro il 2007

L’80% sarà speso in Sicilia dove l’impianto di Priolo ha iniziato a operare trent’anni fa

da Milano

Trent’anni di lavoro in Sicilia, celebrati con un annuncio: dei 950 milioni investiti dal gruppo Erg tra il 2005 e il 2007, l’80% andrà proprio nel polo di raffinazione della Isab di Priolo, nel Siracusano. La società genovese ha infatti scommesso sull’isola per sviluppare le sue attività, ha detto Alessandro Garrone alla cerimonia per il «compleanno» dell’impianto: la sfida sta nel proseguire sulla strada dello sviluppo assieme a quella del rispetto ambientale.
Nata nel 1975, la raffineria di Priolo è stata pensata con un occhio ai mercati internazionali, «data la posizione strategica nel Mediterraneo», ha ricordato l’ad Alessandro Garrone. Nel 2002 dall’accordo Eni-Erg nasce Erg Raffinerie Mediterranee (Erg Med) per gestire le attività degli impianti Isab ed ex Agip. L’anno dopo parte il piano di investimenti che porterà all’interconnessione delle due raffinerie, terminata negli ultimi mesi. Nel marzo di quest’anno Erg ha acquisito il 100% di Erg Med, che oggi gestisce uno dei più importanti complessi di raffinazione a livello europeo con una capacità di raffinazione di 380mila barili al giorno. E non a caso Erg è il maggiore esportatore italiano di prodotti petroliferi (principalmente gasolio e benzina), mentre fornisce di prodotti anche altre compagnie operanti in Italia.
Erg è infatti il maggior produttore indipendente italiano nel settore dell’energia e del petrolio, quotato in Borsa dall’ottobre ’97: rappresenta il 22% della capacità totale di raffinazione nazionale ed è il secondo operatore del settore in Italia. Oltre a Priolo, la società ha anche importanti partecipazioni in due raffinerie: a Trecate (sulla linea Novara-Milano) e vicino a Roma. La vendite del gruppo nel nostro Paese coprono il 9% del fabbisogno nazionale di prodotti petroliferi.
A valle della raffinazione Erg dispone di un servizio di commercializzazione che conta su 2mila impianti di distribuzione di carburanti che coprono il 7% del mercato nazionale. Benzine, gasoli, gpl e oli combustibili vengono anche venduti attraverso una rete di rivenditori sul mercato italiano e svizzero. Erg dispone anche di una rete in Spagna in cui opera attraverso la controllata Erg Petroleos.
Infine Erg produce e commercializza elettricità, vapore e gas. In particolare Isab dispone di una centrale da 528 megawatt di potenza, mentre sono stati avviati progetti per l’ammodernamento di altre due centrali per circa 550 Mw complessivi.