Ergastolo per il nonno di Muggiano

Condannato all’ergastolo Nazif Sulejmanovic, il nonno di 78 anni che il 19 agosto ha ucciso a colpi di pistola due nipoti di 18 e 20 anni all’interno nel campo nomadi di Muggiano. La condanna è stata inflitta dal giudice per l’udienza preliminare Clementina Forleo. L’imputato aveva confessato lo stesso pomeriggio dell’omicidio, spiegando agli inquirenti che a scatenare il raptus era stato l’ennesimo insulto della nuora. Aveva impugnato la pistola, una 7.62 di manifattura jugoslava, e fatto fuoco contro i nipoti Salvatore e Svetlana. La ragazza aveva due figli e aspettava il terzo da cinque settimane. Pregiudicato per ricettazione, furto e detenzione d’arma da fuoco, il 78enne ora risponde di omicidio aggravato dalla premeditazione, dai futili motivi e dal vincolo di parentela, nonché di tentato omicidio. il gup ha accolto la richiesta di condanna formulata dal pubblico ministero Chiara De Iorio. La difesa aveva chiesto invece l’assoluzione per infermità mentale.