Eros e cibo: per San Valentino il cannolo siciliano batte tutti

Una ricerca ha stabilito quali sono i piatti preferiti dagli italiani in vista della festa degli innamorati. Sul podio gli sciù di cioccolato napoletani e il risotto alla milanese, per l'effetto forse afrodisiaco dello zafferano. Seguono bucatini all'amatriciana e caciucco

Eros a tavola? Non c'è partita, vince il cannolo siciliano. Ormai è un classico. Per il giorno di San Valentino gli italiani corteggiare l'anima gemella stuzzicando anche la gola, con un menu romantico e tipicamente nostrano. E allora sotto con cacao, zafferano e peperoncino. Ma poi è sempre il tradizionale dolce fatto con pistacchi, cedro e cioccolato fondente la scelta preferita per sollecitare i sensi del partner.
Questo almeno è quanto risulta da un sondaggio lanciato da www.melarossa.it, che ha chiesto ai suoi utenti di votare la ricetta più sexy della tradizione culinaria, scegliendo tra una rosa di piatti rappresentativi dell'Italia del Nord, del Centro e del Sud. I risultati sembrano confermare il connubio vincente tra gola e seduzione, e così quasi un italiano su quattro ha scelto il cannolo per la festa degli innamorati. Seguono, con circa il 13% dei votanti, due piatti simbolo della tradizione culinaria italiana: a sorpresa i bucatini all'amatriciana, e il cacciucco alla livornese, con crostacei, prezzemolo, aglio e peperoncino, seguiti di misura dagli spaghetti alla norcina, naturalmente a base di tartufo nero.
Staccato il secondo dolce in classifica (7,5%) il napoletano sciù al cioccolato. Nel nord invece il menù di San Valentino dovrà prevedere il risotto alla milanese (il 7,5% dei votanti crede nel potere altamente afrodisiaco dello zafferano) e il brasato al Barolo. Seguono il capriolo in salsa di mirtilli e bacche di ginepro, e i tortellini alla zucca, con noce moscata e mostarda mantovana. Chiudono la classifica dei piatti dell'amore il gulash triestino, le lumache in porchetta e le alici marinate.
Ma si tratta davvero di piatti afrodisiaci? Esiste realmente un legame tra lo stimolo sessuale e il cibo? La scienza dice di no: «Il piatto afrodisiaco non esiste, è solo il fattore psicologico quello che conta e la situazione nella quale viene consumato - spiega Gianni Pastore dell'Inran, l'istituto ricerca alimenti e nutrizione - . Oltretutto, le pietanze scelte sono troppo pesanti e sconsigliate soprattutto se dopo la cena è previsto un seguito...».
Dunque, anche se il cibo e l'atmosfera sono grandi alleati della seduzione, a tutti gli innamorati si consiglia di puntare sulla leggerezza. Le statistiche aggiornate del sondaggio (si può ancora votare on line) sono consultabili sul sito www.melarossa.it, realizzato con la supervisione scientifica della Società italiana di scienza dell'alimentazione. Il sito è anche in grado di elaborare 435 diverse diete settimanali, per un totale di 3045 menu giornalieri, sulla base delle indicazioni fornite dall'Inran, suggerendo anche una adeguata rilevanza alla qualità degli acidi grassi e del rapporto tra proteine animali e vegetali.