Eros, un nubifragio interrompe il concerto

Un nubifragio ha interrotto il concerto di Eros Ramazzotti, venerdì sera allo stadio comunale di Grado (Gorizia). Ramazzotti aveva cantato solo tre canzoni quando una sorta di tromba d’aria ha investito lo stadio, creando scompiglio fra gli ottomila spettatori. «Stop, stop, stop: it’s very dangerous», ha urlato al microfono il cantante interrompendo la performance e dando il via all’evacuazione dello stadio, mentre il vento, che soffiava a più di cento all’ora, alzava nuvole di polvere e faceva oscillare paurosamente proiettori e strutture sospese. Durante l’uscita degli spettatori, aiutati dalle squadre della Protezione civile regionale, è crollato un maxischermo e una transenna ha colpito un volontario, ferendolo in maniera lieve. Il concerto sarà recuperato il 3 agosto.